Restyling difesa per la Juventus: hype per Huijsen, sacrificio Bremer?

La sconfitta di misura rimediata nell’ultimo scorcio di partita in casa del Napoli non può di certo lasciar tranquilla la Juventus, che intanto però ha iniziato da tempo a programmare il calciomercato estivo che verrà e la rosa della prossima stagione 2024/25: se da un lato quindi il secondo posto è sempre più in bilico per lo spessore e la continuità mostrati da Milan e Bologna, dall’altro il DT Giuntoli potrebbe avere le idee chiare sulla campagna trasferimenti, con un paio di uscite necessarie per finanziare economicamente i nuovi innesti.

Si parla tanto di Federico Chiesa ed Adrien Rabiot tra i top di reparto che possono salutare la Vecchia Signora a fronte di offerte suggestive e convenienti, ma anche il nome di Bremer è tra i papabili ad essere sacrificati in casa Juventus: il centrale brasiliano non è sulla lista dei cedibili e questo è importante sottolinearlo, ma davanti ad una proposta fuori mercato superiore ai 60/70 milioni di euro, ecco che Giuntoli e la dirigenza di Madama potrebbero vacillare eccome. Sul numero 3 a disposizione di Allegri avrebbero già posto attenzione e sguardo i dirigenti del Manchester United. Ma occhio ad altri due profili che potrebbero lasciare la Continassa in estate.

Dean Huijsen
Dean Huijsen

Juventus, Huijsen cavillo di Giuntoli: Rugani rinnova?

In prestito fino al termine della stagione alla Roma dopo aver esordito in Serie A con la maglia della Juventus, Dean Huijsen si appresta ad essere uno dei nomi maggiormente chiacchierati nella sessione estiva di calciomercato a venire: il classe 2005 potrebbe infatti fare presto ritorno alla casa madre bianconera, dalla quale però potrebbe essere al tempo stesso sacrificato per monetizzare. Il club del DT Giuntoli valuta lo svedese sui 30 milioni circa, con l’interesse di top club come Lipsia, Borussia Dortmund ed Aston Villa già fatto presente a Torino: ecco quindi che, nonostante le doti tecniche non indifferenti, Huijsen non è da escludere possa nuovamente lasciare la Juventus.

Infine, il capitolo rinnovo per Daniele Rugani: quando chiamato in causa il giocatore ha sempre risposto presente e non ha tradito le aspettative dell’allenatore Allegri, col procuratore Torchia fiducioso circa il prolungamento contrattuale con la Juventus. In questo caso non se ne fa un discorso economico per le casse bianconere – col giocatore in scadenza a giugno 2024 e dunque libero a zero in caso di mancata firma – ma una semplice gestione dell’organico: con Huijsen in bilico e Bremer non definitivamente incedibile, ecco che perdere anche Rugani – ed Alex Sandro, ormai scontato – potrebbe voler dire fare grande restyling davvero in difesa.