Nodo Szczesny per la Juventus: Giuntoli tratta Carnesecchi, Perin in bilico

Non c’è ovviamente solo il campo ed i soli due giorni che separano la squadra dall’importante sfida casalinga contro il Genoa a tenere banco nell’ambiente Juventus, svegliatosi anche questa mattina tra le diverse voci di calciomercato: il club bianconero è ormai risaputo viaggiare spedito a fari spenti verso la sessione estiva da ormai diverso tempo, con il DT Cristiano Giuntoli chiamato a risolvere anche il nodo legato a Szczesny. Il portiere polacco ha contratto in scadenza a giugno 2025, con la società del patron Ferrero che non vorrebbe perderlo tra un anno a costo zero.

Il problema sembrerebbe però essere lo stipendio percepito dal polacco fino a questo momento con Madama: o l’estremo difensore abbassa le proprie pretese sul rinnovo o la Juventus sarà costretta a virare altrove. Chi quest’anno ha trovato molto meno spazio rispetto al precedente a causa della mancata alternanza in porta dovuto alle coppe è Mattia Perin, il cui accordo con Madama scade nello stesso periodo del collega polacco: stanco probabilmente di fare da vice, ecco che l’ex Genoa potrebbe accasarsi altrove già dalla prossima estate. Lo stesso discorso in merito al contratto vale anche per Pinsoglio: il terzo portiere della Juventus dovrebbe però rimanere in questo ruolo, importante per lo spogliatoio.

Carnesecchi, Atalanta
Carnesecchi, Atalanta

Juventus, Giuntoli punta Carnesecchi: l’agente lo elogia

Ecco quindi che con Szczesny e Perin in possibile partenza dalla Juventus per due motivi logicamente diversi, la società torinese starebbe pensando ai rinforzi ed alle possibili alternative per difendere la propria porta ed i pali della prossima stagione: tra i piani studiati da Giuntoli non dovrebbe mancare quello che porterebbe a Carnesecchi, ora in forza all’Atalanta ma da tempo nel mirino della Vecchia Signora. Dopo aver iniziato alle spalle di Musso, ora il titolare dell’U21 è diventato da tempo il numero uno della Dea di Gasperini, convincendo tutti: il proprio agente Martina – ex procuratore anche di Buffon – ne ha elogiato le doti, definendolo come “un portiere dalla grande struttura e tecnica, che farà carriera”.