Massimiliano Allegri, Juventus
Massimiliano Allegri, Juventus

Napoli-Juventus 2-1, Allegri: “Ancora secondi, rimprovero Alex Sandro e Bremer”

Nel posticipo del 27° turno di Serie A, andato in scena nel corso della serata di domenica 3 marzo, Napoli-Juventus ha visto il trionfo del club partenopeo per 2-1: gli uomini di Calzona sono riusciti a trionfare grazie a due reti al tramonto rispettivamente del primo e del secondo tempo, con Kvaratskhelia e Raspadori protagonisti. A commentare la sconfitta dello stadio Maradona ci ha pensato Massimiliano Allegri, che ha analizzato Napoli-Juventus con parole di fiducia: “Abbiamo fatto una delle migliori partite in stagione, peccato non avere sfruttato tutte le occasioni create. Queste sconfitte ci faranno crescere, ma è importante sottolineare come siamo ancora secondi in Serie A“.

Proseguendo poi nel proprio intervento ai microfoni di DAZN, Allegri ha successivamente chiosato sulle scelte dal primo minuto. In particolare, l’allenatore della Vecchia Signora ha spiegato su Miretti ed Alcaraz: “Dispiace uscire sconfitti da questo campo perché non lo meritavamo ed ora ci attende un calendario importante. Loro due da titolari? Senza Rabiot e McKennie dovevo prendere delle decisioni: Fabio ha 60 partite in Serie A, Carlos era all’esordio”.

Napoli-Juventus 2-1, Allegri: “Dovevamo fare meglio su Raspadori”

Infine, lo stesso Massimiliano Allegri ha analizzato nello specifico la situazione che ha portato alla rete di Giacomo Raspadori, decisiva ai fini del risultato finale ed arrivata in seguito alla respinta di Szczesny sul rigore di Osimhen. Queste le sue dichiarazioni: “Sono dispiaciuto anche per l’errore di Nonge, ma dopo la parata di Tek dovevamo fare meglio. Loro hanno preso la rincorsa come chi batteva il rigore, gli errori di Bremer ed Alex Sandro non ci stanno: ci sono saltati addosso e dovevamo reagire meglio”.