Miretti inchioda Allegri, la Juventus ragiona sul futuro: l’indiscrezione prima del ritiro

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine della sfida interna pareggiata contro il Genoa, Fabio Miretti ha ammesso come la società Juventus abbia rimodulato gli obiettivi da raggiungere da qui al termine della stagione corrente. Il pareggio a reti bianche contro il Grifone ha testimoniato tutte le difficoltà della compagine bianconera nel risollevarsi mentalmente dopo lo Scudetto ormai definitivamente sfumato da settimane, con il centrocampista che ha ammesso: “Ci siamo detti che dobbiamo raggiungere la Champions League da secondi in classifica e vincere la Coppa Italia”.

Senza giri di parole dunque Miretti al termine di Juventus-Genoa, con il numero 20 di Madama che ha in qualche modo messo spalle al muro anche il proprio allenatore Allegri: il condottiero bianconero, infatti, sempre alla stessa emittente televisiva, avrebbe affermato come “l’importante è arrivare in Champions League”. Parole non propriamente corrette stando a quello che sarebbe il modo di culminare il percorso annuale per il club, che a questo punto ragiona sul da farsi per quanto concerne il futuro di Allegri ed intanto programma il ritiro dopo il deludente 0-0 rimediato contro il Grifone.

Juventus, qual è la verità? Allegri al bivio

“Porci degli obiettivi deve essere utile per incitarci a fare meglio, rappresenta per noi azione di stimolo. Proveremo a raggiungerli tutti da qui alla fine della stagione”. Chiaro e preciso Miretti nel proseguimento del proprio intervento a Sky Sport, con il classe 2003 di casa Juventus che ha in qualche modo contraddetto quanto precedentemente affermato dal proprio tecnico. Non basterà arrivare in Champions League quindi per Allegri, dipenderà dal modo in cui ci si arriverà: il club valuterà l’operato del livornese al termine dell’anno, ma l’impressione è che ad Allegri stiano sfuggendo alcuni dettagli di capitale importanza. Tra questi, quello mentale: l’asticella deve rimanere sempre alta in casa Juventus.