L’AD Scanavino difende Allegri: “La Juventus è con lui, la verità sugli obiettivi”

Il momento a dir poco difficile maturato nelle ultime settimane ed in seguito agli ultimi risultati in Serie A non lascia demordere e non abbatte minimamente il mondo Juventus, che si appresta a rialzare la china già dai prossimi appuntamenti dopo la sosta nazionali e rimane accanto – fisicamente ed idealmente – al proprio condottiero Massimiliano Allegri. A prendere parola in merito la complicata situazione di Madama è l’AD Maurizio Scanavino, che ha parlato alla stampa allo Juventus Business Forum: “Siamo fieri dei 15 sold out su 17 incontri dell’Allianz Stadium, così come siamo fieri di partecipare il prossimo anno al Mondiale per Club”.

Prima le note liete dunque da parte del rappresentante della società bianconera, poi successivamente il chiarimento per quanto concerne il lato social: “La Juventus è al primo posto in Italia ed in Europa per brand ed in tutti i settori merceologici, mentre è in Top 5 per crescita, interazioni e visualizzazione su social media come Facebook e Tik Tok. Infinechiosa poi l’Amministratore Delegato Scanavinosempre su quest’ultimo sito web stazioniamo tra i primi 10 brand mondiali tra tutti i settori: siamo pronti a portare a termine anche l’Aumento di Capitale”.

Allegri, tecnico della Juventus
Allegri, tecnico della Juventus

Juventus, Scanavino protegge Allegri: “Fiducia in lui”

Successivamente, l’AD Maurizio Scanavino ha parlato strettamente di campo e del mondo Juventus visto dal punto di vista dei risultati e degli obiettivi ultimi della stagione in corso. Queste le sue parole: “Dopo un avvio entusiasmante e fatto di speranze ora stiamo vivendo un periodo di flessione, ma credo che a volte non abbiamo nemmeno ottenuto quanto avremmo meritato per atteggiamento e prestazione. La Juventus è con Allegri ed ha piena fiducia in lui e nella squadra, vogliamo centrare gli obiettivi prefissati: la qualificazione in Champions League e la finale di Coppa Italia”.

Specifica di non poco dunque quella preposta da Scanavino, che avrebbe quindi ammesso come la Vecchia Signora si sarebbe prefissata il target di raggiungere l’ultimo atto della manifestazione nazionale e non la sua vincita: dove sta la verità? Chiaro sempre che, ormai scontato dirlo, il trofeo in bacheca aumenterebbe le possibilità di vedere Allegri sulla panchina della Juventus anche il prossimo anno.