La Juventus sfida il Milan: Lacroix obiettivo concreto, il Wolfsburg fissa il prezzo

Cristiano Giuntoli inizia a programmare la difesa del futuro in casa Juventus, potendo contare sul già presente Tiago Djalò in rosa: sfida al Milan dichiaratamente aperta ormai per Lacroix, per cui il Wolfsburg ha già stabilito il costo del cartellino

Cristiano Giuntoli inizia a programmare la difesa del futuro in casa Juventus, potendo contare sul già presente Tiago Djalò in rosa: sfida al Milan dichiaratamente aperta ormai per Lacroix, per cui il Wolfsburg ha già stabilito il costo del cartellino

L’indiscrezione rilasciata nel corso della settimana passata trova lentamente sempre più conferme col passare dei giorni e delle settimane, con la Juventus che continua a programmare la stagione che verrà e cerca obiettivi concreti da monitorare in vista della prossima sessione di calciomercato: tra i nomi maggiormente in voga nel taccuino di Giuntoli ci sarebbe intanto quello di Maxence Lacroix, difensore centrale classe 2000 in forza al Wolfsburg.

L’idea della Juventus è quella di sostituire con un profilo a basso costo il partente Alex Sandro – fischiato dai tifosi presenti all’Allianz Stadium al momento del proprio ingresso in campo nella sfida, poi vinta, contro la Lazio: in tal senso, Lacroix rappresenterebbe per Giuntoli una pedina percorribile, avendo contratto in scadenza a giugno 2025. Al tempo stesso però, occhio all’interesse del Milan: i dirigenti Furlani e Moncada sarebbero infatti pronti a sfidare la Vecchia Signora per arrivare al francese.

Maxence Lacroix, Wolfsburg
Maxence Lacroix, Wolfsburg

Lacroix tentazione della Juventus: Giuntoli affonda il colpo

Il fattore che rende sempre più fattibile l’approdo di Lacroix alla Juventus nel corso della sessione estiva di calciomercato è il prezzo del cartellino: detto dell’accordo in scadenza tra poco più di un anno – ed al tempo stesso la scarsa volontà da parte del Wolfsburg di perderlo a zero tra pochi mesi – ecco che il classe 2000 potrebbe lasciare la Bundesliga per una cifra compresa tra i 10 ed i 15 milioni di euro. Forte fisicamente e dotato di grande senso dell’anticipo, Lacroix è pedina che Giuntoli ha intenzione di monitorare: la mina vagante è rappresentata dal Milan.