La Juventus prepara il Napoli: Allegri pensa ai sostituti di Rabiot e McKennie

Usciti anzitempo dalla sfida casalinga vinta contro il Frosinone nel corso della giornata di domenica 25 febbraio, Adrien Rabiot e Weston McKennie salteranno certamente la trasferta di Napoli: il centrocampista francese ha riportato la lussazione della falange del primo dito del piede destro, mentre dall’altra parte il jolly della mediana americano ha rimediato lo stesso problema, ma alla spalla sinistra. I tempi di recupero rimangono ancora indefiniti e non è da escludere che entrambi possano non essere a disposizione di Allegri anche per la successiva sfida di Serie A. Intanto, lo stesso allenatore della Juventus pensa alle alternative.

Juventus senza Rabiot e McKennie: scalpita Alcaraz per Napoli

La trasferta contro il Napoli rappresenta per la Juventus un vero e proprio scontro diretto per la zona Champions League, da non sbagliare: i bianconeri vogliono tenere a distanza la quinta forza del campionato – l’Atalanta – mentre dall’altra parte Calzona ed i suoi hanno ancora viva l’ambizione di approdare al quarto posto ora distante undici lunghezze. Per la sfida dello stadio Maradona Allegri sarà dunque senza Rabiot e McKennie, apprestandosi alle prove di formazione direttamente alle sedute di allenamento in programma questa settimana alla Continassa.

Chi spera vivamente in una maglia da titolare dopo le voci non rispettate all’ultima è il centrocampista argentino Carlos Alcaraz, che ha rimpiazzato lo stesso Rabiot nel corso della prima frazione di gioco contro il Frosinone: per l’ex Southampton si tratterebbe della prima dal primo minuto con la Juventus, mentre dall’altra parte della mediana – ipotizzando l’utilizzo di Cambiaso e Weah da esterni, vista l’underperformance di Kostic – ecco che scalpita Fabio Miretti. In alternativa, lo stesso Cambiaso potrebbe agire da mezzala, col serbo sull’esterno, mentre non è nemmeno da escludere l’avanzamento di Locatelli e l’inserimento in regia di Nicolussi Caviglia. Prove tattiche in vista per Allegri.