Juventus, Cuadrado e la Roma: dove tutto ebbe inizio

Juan Cuadrado, alla Juventus dal 2015, tornerà, questa sera, nello stadio dove cominciò la sua avventura bianconera

Daniele Monacelli
3 Min Lettura

Momento favorevole in casa Juventus, in vista del match di questa sera contro la Roma, che al contrario, si porta dietro gli strascichi della sconfitta di Cremona. Tante le peripezie che hanno accompagnato l’attesa per una delle grandi classiche della Serie A, ma ora arriverà solo il momento di scendere in campo e giocare. I bianconeri non vogliono assolutamente fermare la propria corsa e trovando la vittoria, potrebbero fare capolino nella rincorsa alla prossima Champions League. Impresa ardua, vero, ma non impossibile, vista oggi.

Per la Juventus nulla è mai stato impossibile e Juan Cuadrado ne sa qualcosa. Il colombiano dovrebbe partire titolare, stasera, nel 3-5-1-1 di Massimiliano Allegri, vista anche l’assenza di De Sciglio, dopo aver convinto nel derby contro il Torino, segnando tra l’altro la rete dell’1-1. Giunto alla sua ottava stagione in bianconero, El Panita potrebbe dire addio a questa maglia al termine della stagione e, chissà, forse accasarsi proprio contro la Roma, rivale del match odierno ma non solo. I giallorossi, infatti, rappresentano qualcosa di speciale: l’inizio della sua avventura a Torino, partì proprio dalla capitale.

Juventus, l’esordio di Cuadrado in bianconero

Juventus, il calciomercato bianconero: perché Emerson Palmieri non è arrivato
Juan Cuadrado, jolly della Juventus

Questa lunga parabola, costellata di presenze, gol, assist, ma soprattutto successi, non iniziò nel migliore dei modi, ma fu solo una breve parentesi. A Roma, il 30 agosto 2015, la Juventus venne surclassata, sul piano del gioco, dalla formazione di Rudi Garcia, che grazie alle reti di Pjanic e Dzeko, mandò in visibilio lo Stadio Olimpico, certificando la pessima partenza di stagione bianconera. La sola nota lieta per Allegri, quel giorno, fu solamente la rete di Dybala, oggi in maglia giallorossa, e l’esordio di Juan Cuadrado, appena prelevato dal Chelsea.

Cuadrado ed Allegri a colloquio

Cercato per anni, soprattutto sotto la gestione Conte, nessuno poteva aspettarsi una carriera così lunga con la maglia della Juventus. Contrariamente a ciò, Cuadrado, arrivato in un momento burrascoso per la squadra, si rivelò decisivo nello scacchiere di Allegri sia per quella stagione che per quelle successive, diventando un vero e proprio pezzo pregiato di questa gloriosa società. Un’avventura bellissima, lunghissima, forse quasi al termine, ma prima di quel momento ci saranno ancora da vivere diverse parti di viaggio. Stasera, poi, questo viaggio tornerà da dove aveva iniziato.

ARGOMENTI: ,