Max Allegri, Juventus
Max Allegri, Juventus

Giuntoli, il pensiero su Allegri: la Juventus detta le condizioni

Secondo posto in graduatoria di Serie A alle spalle dell’Inter capolista ed una semifinale di Coppa Italia ancora da giocare e vivere in 180 minuti contro la Lazio di Maurizio Sarri: la Juventus ed il proprio allenatore Allegri si apprestano agli ultimi tre mesi di stagione, con il tecnico toscano consapevole che questi potranno decretare in un senso o nell’altro il proprio futuro. Nelle scorse ore, come segnalato da La Gazzetta dello Sport nel corso della propria edizione di venerdì 23 febbraio, il DT Cristiano Giuntoli non ha chiuso definitivamente le porte per il rinnovo di Allegri con la Vecchia Signora, anzi tutt’altro.

La trattativa ci sarà e, con ogni probabilità, decisivi per l’ex guida di Cagliari e Milan saranno i risultati ottenuti sul campo: premesso che l’obiettivo primario per la Juventus potesse essere davvero la qualificazione alla Champions League dopo il digiuno di quest’anno, ecco che la seconda piazza in Serie A – dopo aver lottato fino alla fine per la prima – ed il trofeo della Coppa Italia garantirebbero ad Allegri una sorta di comfort zone davanti alla dirigenza bianconera in sede di trattativa per il rinnovo. A quel punto sarebbero da stilare i traguardi per il futuro, trovando un compromesso: la strada non è tracciata, quindi risulta difficile ipotizzare il prolungamento piuttosto che l’addio, ma la società del patron Ferrero ha tutte le intenzioni di sedersi al tavolo con il condottiero toscano e non liquidarlo quindi a cuor leggero.